Day 3: Re Ombrellone e Regina Sdraietta … metà settimana infuocata!

META’ SETTIMANA GIUNGE AL TERMINE!
Mentre Nadia Toffa saluta tutti dietro ad un tornante in salita e dice mi ritiro andate avanti voi che a me viene da ridere (proprio cosi dice..ridere…per non demoralizzarci e passarci il testimone di tappa), e tra il pubblico che ci incita scorgiamo altri amici che si sono tolti il numero dalla maglia (e stamattina passando a Vattaro sembrava proprio la voce di Marcello vicino al cafè Nol quella che diceva sono un po stanco,  mi fermo)..e chissà quante voci è capitato anche a voi di sentire dietro una curva insieme al commento in sottofondo di Adriano De zan e Vittorio Adorni, che dicono in mondovisione ormai ce la fa..bellissima ancora  la sua pedalata)… ecco insomma che in questo vociare, talvolta triste e malinconico,  i nostri eroi Senza Freni hanno dedicato anche questo 14  agosto ai chilometri che una volta erano quelli che servivano a selezionare la nazionale dei mondiali.
E allora prendiamo questo terzo giorno della sfida come fosse la Coppa Agostoni ( sfida come nell’81, manco dirlo Moser e Saronni, Saronni e Moser che a sei gior i dalla disfatta di Praga se le suonano di santa ragione…vince il Checco per la cronaca, curva a tutta e volatona di potenza, anche senza il sangue si Conconi); parte alle 7 e qualcosa il “pennivendolo” che scrive queste righe  (cosi  Brera chiamava i colleghi al seguito dei grandi giri e in giro per gli stadi di provincia, quando Rivera era per lui l’Abatino, tutto delicatezza e poco nerbo..)  e cosa poteva fare se non il Menador? Alle 7.09 parte anonimo MTB, che spara 100 giusti giusti. Alle 7.20 è la volta di Silvano verso i castelli della bassa Valsugana..alle 8.40 è la volta di Bruno, 100 e piu km e soprattutto un Kom in Val di Sole ai 30 orari..alle 13.37 avvio di giro per Stefano…e in serata fioccano nevicate di chilometri: 80 per Igor in Vallarsa (che il nome qualcosa vorrà pur dire), Feruccio con 56 e bici meglio assettata , Alex che tra ieri e oggi fa 100 km e 2000 mt di dislivello, Veronica 50 …
E mentre il Signor Strava ricorda che la presidente ieti ha limato le ruote per fare anche un giro pomeridiano  da 50, e pure Giorgio  ha messo sul piatto volate serali, ecco che Giancarlo sta stendendo la lista della spesa per il pranzo sociale di domani… anzi no…l’eroe dell’Ortles ne mette 64 intorno ai laghi…
Noi torniamo davanti alla tivù..la voce è sempre quella di De zan..e davanti a tutti nel gruppo in fuga c’è Gianni Bugno… che ci regali il secondo modiale di fila con quegli occhi di ghiaccio malinconici che anche lui magari sente  le voci dietro i tornanti?
Roberto

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>